3 rifugi da costruire sulla neve se vuoi sopravvivere

Vuoi essere avvisato per i prossimi articoli? Entra nel Canale Telegram Bushcrafter

Simone Talamo

Prova ad immaginare se un rapida escursione in montagna, venisse improvvisamente interrotta da una tempesta che non avevi calcolato e non c’è nessuna possibilità di uscire prima del calar della notte.

Come insegniamo nel nostro corso di sopravvivenza invernale, il miglior modo di agire in questa situazione è di costruire immediatamente un rifugio.

Esistono diverse soluzioni per evitare di passare la notte fuori al gelo, vediamone qualcuna.

Grotta di neve

snow-rifugio-gear-patrol-snow-cave-01

La grotta di neve è uno dei rifugi di emergenza più veloci che è possibile costruire per sfuggire al maltempo incombente. Richiede il minor numero di strumenti e può essere costruito con il minimo sforzo.

Esplorare una posizione. Per qualsiasi rifugio per la neve, l’esplorazione del territorio circostante alla ricerca di una buona posizione è cruciale. Per una grotta di neve, la tua posizione sarà determinata da dove la profondità e la consistenza della neve sono le migliori. 

Le condizioni di neve ideali per costruire una grotta di neve sono le stesse di quelle per costruire un pupazzo di neve. La neve che si comprime e impacca facilmente produrrà una struttura più forte e sarà più facile da costruire.

Scava una zona notte. Il prossimo passo è scavare. Quando stai scavando il banco di neve, modella l’interno della struttura come una campana verticale perché la forma della campana è strutturalmente molto forte e previene il cedimento del tetto a causa del calore corporeo.

Scavare. Quando stai scavando l’interno costruendo la forma a campana, parti dal basso a salire. Ciò ti consentirà di realizzare una piattaforma per dormire all’interno della struttura che si trova più in alto rispetto al tuo ingresso, questa è la chiave per riscaldarsi. Così facendo crei una trappola di calore, quindi tutta l’aria fredda esce e tutta l’aria calda rimane dentro.

Ricordati sempre che l’aria calda tende a salire e l’aria fredda a scendere.

Pozzo dell’albero

Foto: Off Grid Web

A seconda della posizione, potresti essere in grado di utilizzare gli alberi a tuo vantaggio. Sebbene i pozzi degli alberi siano spesso pericolosi per gli sciatori e gli snowboarder, possono anche essere utilizzati per la sopravvivenza.

Esplora la tua posizione. Proprio come per la grotta di neve, esplorare la tua posizione è cruciale. Numerosi fattori determinano la possibilità di costruire o meno un riparo per alberi, tra cui l’altezza della neve e il tipo di albero. Nelle aree di neve alta, vengono spesso create sacche di spazio dove ci sono alberi sempreverdi con rami bassi. All’interno di questi rami innevati, puoi scavare e ricavare un rifugio di fortuna.

Tana. È importante fare molta attenzione quando si inizia a scavare un pozzo in un albero. Può essere molto facile rimanere bloccati se la neve inizia a precipitare e riempiendo il buco. Lavora lentamente e metodicamente. Scava fino a raggiungere il livello del suolo per poi coprire il fondo della fossa con rami sempreverdi per mantenere isolato il riparo.

Prepara le pareti. Compatta le pareti intorno a te. Ciò contribuirà a stabilizzare il riparo e impedire che la neve cada dalle pareti. Una volta dentro, copri il buco che hai attraversato con rami sempreverdi per mantenere il calore dentro.

Quinzee

Foto: Vita da ragazzo

Il quinzee è il riparo che richiede il massimo sforzo dei tre, ma può anche durare più a lungo ed è il più comodo. È anche l’unico dei tre che può essere costruito in un terreno completamente piatto con neve farinosa leggera.

Preparati. Costruire un quinzee non è facile e richiederà molto lavoro. La prima cosa da fare è valutare se vale la pena, o se una grotta di neve o un albero si adatta meglio alla situazione. Se un quinzee pensi che sia la soluzione migliore, togliti la giacca e rimboccati le maniche.

Accumula un grande mucchio di neve. In un terreno pianeggiante, dovrai creare un cumulo di neve in cui dovrai scavare. La quantità di neve che dovrai accumulare è più o meno delle dimensioni di una piccola auto. (altezza di 1 metro e mezzo e larghezza di 2/3 metri). Una volta accumulata la neve, è meglio lasciarla riposare per un’ora o due in modo che possa consolidarsi (se il tempo lo consente).

Scava un tunnel direttamente nel mezzo della struttura. Inizia scavando un tunnel lungo il terreno dritto verso il centro del cumulo. Mentre rimuovi la neve dall’interno della struttura, gettala all’esterno del guscio cercando di creare una forma circolare.

Inserisci i bastoncini. Comincia ad infilare sul tetto dei bastoncini da 30/60 cm di lunghezza che serviranno per farti capire quanto scavare ancora senza rischiare di assottigliare lo spessore delle pareti. Inizia quindi a scavare e smetti appena vedi il bastoncino comparire.

Letti rialzati. Utilizza gli ultimi 30 cm di neve di neve per creare letti di neve elevati. Scava una fossa stretta tra i letti fino a terra. Ciò consente all’aria fredda di fluire verso il basso e verso l’esterno del quinzee. Fai un piccolo foro di ventilazione vicino alla parte superiore della cupola. Costruire un quinzee ti farà sudare, previeni l’ipotermia cambiandoti con vestiti caldi e asciutti dopo aver finito di costruire il tuo rifugio.

Piccolo Tips: segnala con qualsiasi cosa l’entrata del tuo rifugio. Sulla neve puoi facilmente urtare contro il tunnel di entrata e distruggerlo.

Quali attrezzature servono per costruire un rifugio sulla neve?

guida-acquisto-pattuglia-pattuglia-pattini-per-neve


Avere gli strumenti giusti in una situazione di sopravvivenza può significare la differenza tra vita e morte. Per questo motivo, quando fare escursioni sulla neve, dovete avere sempre con voi una pala da neve e una sega da neve.

Ecco cosa vi consigliamo di acquistare da Amazon, in assoluto tra i migliori del mercato:

Per oggi è tutto, spero di sia piaciuto questo articolo! Se hai mai costruito rifugi sulla neve, fammelo sapere tra i commenti in basso, mi fa piacere.

Se vuoi apprendere sul campo come poter sopravvivere in ambiente innevato, dai uno sguardo al nostro Corso Bushcrafter Specialistico Neve.

Si tiene 1 sola volta l’anno quindi non perderei questa occasione.

Inoltre se intendi imparare le principali tecniche di Bushcraft, puoi acquistare il Manuale del Bushcrafter.

Un abbraccio,
Simone

Simone Talamo

Esploratore e Avventuriero, amo viaggiare in posti remoti e stare a contatto con la natura sopra ogni cosa. Ho deciso di creare questo blog per diffondere la disciplina del Bushcraft in Italia.

Potrebbero interessarti questi articoli:

2 Commenti

  1. Andrea

    Molto interssante

    Rispondi
    • Simone Talamo

      Grazie Andrea!

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri le nostre avventure nella Natura Selvaggia

Sfida te stessa e apprendi sul campo le tecniche fisiche e mentali essenziali per poter sopravvivere nella natura selvaggia con il Corso di 1° Livello Bushcrafter

Vuoi pubblicizzarti attraverso i nostri canali?

Attraverso i nostri canali seguiti ogni mese da migliaia di persone, possiamo promuovere servizi o prodotti di terzi che riteniamo validi e che possano apportare valore alla nostra Community. Contattaci per collaborare con noi.

Segui le nostre avventure e iniziative sui canali social

Iscriviti alla lista d'attesa Ti informeremo appena si apriranno le iscrizioni così non perderai il tuo posto.
Email I tuoi dati con noi sono al sicuro.