Shemag: cos’è, come si indossa e perché torna utile per le nostre avventure

Vuoi essere avvisato per i prossimi articoli? Entra nel Canale Telegram Bushcrafter

Bushcrafter

Bushcrafter è la più grande Community italiana di Avventurieri. Non ci conosci? Inizia da qui

Sei pronto a sviluppare nuove conoscenze utili per le tue avventure?

La Shemag è una sciarpa di cotone, lino, seta o lana che si avvolge intorno alla testa, nata per proteggersi dal sole o dalla sabbia

In origine si chiamava Kefiah e veniva utilizzata dai beduini per proteggersi dalla sabbia. Successivamente, quando è diventato un simbolo politico è stata rinominata dagli inglesi: Shemag.

La Shemag infatti viene usata sia in ambito civile che in quello militare e immagino che ti sarà capitata di vederla in giro vero?

Immagino di sì.

Le persone infatti hanno cominciato ad usarla come una semplice sciarpa leggera per proteggersi dal freddo ma la Shemag può fare molto di più e torna davvero utile durante le nostre avventure.

Nel nostro corso di sopravvivenza gli abbiamo addirittura dedicato anche qualche piccola lezione a riguardo.

Vediamo qualche utilizzo della Shemag.

A cosa serve la Shemag per le nostre avventure

Shemag cosa è
Puoi trovarmi su Instagram cliccando qui

Più volte abbiamo parlato dell’importanza di avere oggetti polivalenti nel proprio equipaggiamento, ovvero quegli oggetti che possono svolgere più compiti.

La Shemag è sicuramente tra questi e non manca mai durante le mie esplorazioni, dai uno sguardo ai vari modelli su Amazon cliccando qui.

Copre da caldo, freddo leggero e sabbia

Nasce fondamentalmente per coprire dal sole e dalla sabbia e per questo motivo torna utilissimo specialmente se abbiamo in progetto un’esplorazione di qualche deserto o luogo particolarmente sabbioso.

Torna utile anche in inverno ovviamente purché non ci siano temperature molto rigide perché la Shemag tendenzialmente è realizzata con materiali leggeri e traspiranti.

Raccogliere acqua

La Shemag torna utile per raccogliere l’acqua in diverse situazioni:

  • Possiamo utilizzarla per raccogliere la brina mattutina per strizzarla dentro un contenitore
  • Possiamo raccogliere terra umida o fangosa, inserirla dentro la Shemag e strizzarla per far gocciolare l’acqua
  • Se piove possiamo legare la Shemag ad un albero con un lembo che cadrà all’interno di un contenitore. In questo modo sfrutteremo tutta l’acqua che si incanala lungo il tronco per farla assorbire dalla Shemag e farla cadere nel nostro contenitore.

Filtro per l’acqua

Oltre ad aiutarci a raccogliere l’acqua, può anche servirci come primo e rudimentale filtro per l’acqua. Ricordarti che filtrare l’acqua non significa renderla potabile. Il filtro serve per rimuovere gli oggetti in sospensione, dovrai procedere con la bollitura per eliminare virus e batteri.

Esca per il fuoco

Raschiando con la lama del coltello, possiamo estrarre filamenti dalla Shemag e usarli come esca per l’accensione del nostro fuoco.

Primo Soccorso

La Shemag può essere utilizzata anche come primo soccorso per tenere ferme alcune articolazioni, specialmente in casi di fuoriuscita di una spalla per tenere sospeso il braccio.

Contenitore

Possiamo utilizzare la Shemag come contenitore extra, come tracolla o marsupio per portare ad esempio legna o esche per il fuoco.

Segnale di emergenza passivo

Ovviamente nel caso ci fossimo persi può tornare utile appendendola su qualche ramo per segnalare la nostra presenza h24. Consigliamo di utilizzare colori accesi ma se non abbiamo alternative buon andare bene una sventolante Shemag.

Il Canale YouTube di Survival Lilly ci viene in aiuto mostrandoci in video alcuni di questi utilizzi:

Come si indossa la Shemag?

Esistono davvero tantissime configurazioni diverse, ti mostro le 4 principali qui di seguito grazie ad un video del canale Very Survival:

Conclusioni

Se vuoi imparare le tecniche di Bushcraft e Sopravvivenza per crea le tue future avventure, dai uno sguardo al nostro Corso di Sopravvivenza Online.

Prima di salutarti ti ricordo che se vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli e video che pubblichiamo, entra anche tu nel nostro Canale Telegram e segui la pagina ufficiale di Bushcrafter su Instagram e su Facebook

Se intendi seguirmi personalmente puoi farlo su Instagram e su YouTube.

Ti auguro buone avventure.

Un abbraccio,
Simone

Bushcrafter

Simone Talamo

Sono appassionato di viaggi e avventure. Ho deciso di creare Bushcrafter per aiutare le persone ad esplorare i luoghi più remoti e affascinanti del pianeta immersi nella natura selvaggia.

Segui le nostre avventure e iniziative sui canali social di Bushcrafter

Sei pronto per creare le tue nuove avventure?

Noi ti insegniamo a farlo. Impara le nostre stesse tecniche. Crea e vivi le tue avventure.

Potrebbero interessarti questi articoli:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla lista d'attesa Ti informeremo appena si apriranno le iscrizioni così non perderai il tuo posto.
Email I tuoi dati con noi sono al sicuro.